Lo shopping a Londra

Una delle poche città europee capace di soddisfare qualsiasi voglia d’acquisto è quella Londra multiculturale e cosmopolita, da sempre all’avanguardia in tutto quello che sono le tendenze modaiole. Nella città di sua maestà britannica è davvero difficile non riuscire a trovare qualche articolo che possa attirare l’attenzione, non solo riguardo l’abbigliamento e gli accessori in genere, ma anche relativamente agli ultimi ritrovati tecnologici presenti sul mercato. Lo shopping a Londra, per esperienza personale, oltre ad essere divertente è anche conveniente, e qualsiasi viaggiatore si ritrova gioco forza accalappiato dalle vetrine multicolori che sono ospitate nelle vie di tutta la città. In maniera parallela ai grandi quartieri dedicati agli acquisti, Londra ospita poi interi sobborghi destinati ad acquisti alternativa, cosi come sono presenti grandiosi centri commerciali destinati solamente alle vendite. Folcloristici e abbastanza importante poi i negozi storici conosciuti in tutto il mondo, attrattiva per milioni di turisti e vere icone del tessuto sociale londinese.

I grandi mercati dello shopping.

Londra è famosa per interi quartieri dedicati allo shopping, l’immensità della città permette in ogni momento del giorno, e a volte anche della notte, di trovare il quartiere giusto relativamente alle proprie preferenze. Tra le vie dell’immensa città ci sono migliaia di negozi da visitare e ognuno di essi possiede peculiarità diverse dentro le quali perdersi cercando l’acquisto giusto. Molti si rifanno a vecchi mercati di quartiere, mercati che nel tempo hanno lasciato la loro conformazione con le bancarelle a vista, per trasformarsi in veri e propri quartieri da visitare. Spesso visito Camden Town Market, dove all’interno di un intera via si possono ammirare centinaia di negozi “alternativi”, le cui mercanzie sono riassunti dalle immense “insegne” in cartapesta che fanno bella vista sopra il negozio stesso, come spesso cerco di visitare in special modo la domenica, Brick Lane uno dei mercati più estesi di tutta Europa, qui letteralmente in mezzo alla strada si trovano mercanzie dai generi più disparati, dalle biciclette usate agli abiti di seconda mano, i miei ricordi sono allietati dai tanti pasti veloci, che in ossequio a quello street food che ultimamente sta facendo la sua apparizione anche sulle strade italiane, hanno fatto da sfondo alle gite fuori porta che ho organizzato spesso con i miei amici inglesi. Come dimenticare poi Portobello road, via dedicata esclusivamente a uno dei mercati di antiquariati più forniti di tutto il continente, con i negozi normali che vengono oscurati da centinaia di venditori, che su banchetti improvvisati mettono in mostra la loro mercanzia.
Un cenno merita poi sicuramente Covent Garden, qui sul terreno che una volta era di un vecchio monastero è nato forse uno dei mercati più esclusivi dell’intera Londra. Nella piazzetta sottostante tra i negozi di tendenza, non è difficile ammirare alcuni spettacoli folcloristici di artisti di strada, spettacoli che fanno da corollario a uno dei luoghi più visitati dell’intera Londra, basti pensare che L’Apple ha deciso di aprire qui uno dei suoi “store” principali. Quello che poi personalmente mi attrae particolarmente, è il fatto che in tutti i mercati la movida serale, di giorno lascia il posto ai negozi più stravaganti d’Europa, e chiunque non sfuggirà al fascino di quest’ultimi rimanendo ammaliato dall’alternanza di stili, culture, oggetti e lingue che lo sommergeranno come fosse una marea in una notte d’estate, un alternanza che merita sicuramente una visita particolareggiata.

 

I negozi storici.

Londra è famosa per alcuni dei negozi più visitati dell’intero pianeta. Nella città via via che i turisti affollavano le sue strade alcune delle catene storiche hanno aperto i battenti in luoghi di culto. Impossibile non ricordarsi dei grandi magazzini Harrods, qui in un tripudio di vetrine sempre organizzate in maniera precisa e spettacolare si trova “dallo spillo all’elefante“. I piani di Harrods sono un tripudio di lusso, i migliori marchi internazionali fanno a gara per esporre sui banchi di quelli che erroneamente sono chiamati grandi magazzini, ma che di grande hanno solo l’estensione. 7 piani, 200 metri circa di estensione lineare, oltre 15 milioni di visitatori annui, questi i numeri impressionanti di un magazzino che ha fatto la storia del consumismo internazionale. Affianco ad Harrods ci sono poi negozi, per grandi e piccini che meritano una visita, se non altro per la grandezza che lascerà sicuramente a bocca aperta. In Regent’s street vi è ad esempio il tempio dei piccini, quel Hamleys che offre una delle più grandi concentrazioni di giocattoli di tutto il mondo, ogni qual volta lo visito vago estasiato per i piani dell’immenso palazzo, attirato dagli addetti che mostrano i vari giochi, e che sono pronti ad intrattenere i piccoli amici con spettacoli di magia che li lasciano ad occhi aperti. Ed ancora al centro di Londra (a Leicester Square vicino Piccadilly) c’è M&M’s World, vero e proprio tempio dei cioccolatini colorati famosi in tutto il mondo, qui tra una maglietta, una felpa e un pacco di cioccolatini, si dovrà assolutamente trovare il tempo per una foto all’interno dell’autobus antico, rigorosamente rosso, che campeggia all’interno del negozio.

Le vie dello shopping.

Intere vie sulle quali sono ospitati i marchi più prestigiosi di tutto il mondo, questo è possibile trovare a Londra. Si va da Bond Street dove oltre le vetrine di Victoria’s Secret, si potranno ammirare gli abiti di Burberry, Louis Vuitton, Tiffany, a Carnaby Street vero crocevia dei negozi di tendenza di tutta Europa, fino ad arrivare a Regent Street via che val la pena di visitare anche solamente per ammirare le decine di migliaia di cittadini inglesi, che pieni di pacchetti sfrecciano in ogni giorno della settimana. Un cenno particolare merita Notting Hill, non solo per le centinaia di negozi caratteristici, ma anche per quella tipica atmosfera inglese che è stata più volte veicolata in tutti il mondo dai miriade di film famosissimi. A Notting Hill non è difficile passare la giornata in mezzo alle bancarelle di libri antichi, o avere il piacere di gustare un vero the inglese seduti in uno dei tanti localini che popolano la zona, tutto prende più gusto, e persino il tempo uggioso di Londra assume un particolare aspetto, aspetto che è sempre scolpito nella mia memoria, e che mi spinge a ritornarci ogni volta che mi trovo nelle vie della città di sua Maestà.

Conclusioni.

Che le strade di Londra siano calcate da un acquirente compulsivo o da un amante delle antichità, che si cerchi il negozio di tendenza o quello in cui si può trovare la vera atmosfera inglese, che si abbiano migliaia di sterline da spendere o solamente poche decine, tutti troveremo per le strade della capitale inglese la possibilità di fare shopping. Londra raggruppa l’essenza del consumismo occidentale, senza però dimenticare quella tradizione “british” che l’ha resa famosa nel mondo, e facendolo fornisce spunti per acquisti che rimarranno nella memoria di ognuno, lasciando la voglia di ritornare a calcare quelle strade che negli anni hanno fatto la storia dello shopping mondiale.